“La sesta tappa.
 Un ultimo passo.
 Ora non importa dove sei arrivato con queste prime tappe.
 Ora importa che sei qui e che la tua mente, il tuo cuore, il tuo corpo e il tuo spirito compiano la tua impresa.
 E’ il momento di essere padrone del tuo destino, di creare la tua magia.
 Quello che hai fatto e che stai facendo ti plasmerà come  persona e come atleta.
 Sei tu oggi il padrone del tuo destino.sky is the limit
 Quello che stai per fare sarà per te indimenticabile.”

I Bikers affrontano oggi l’ultima sfida di questa epica impresa che è l’Himalayan Highest MTB Race. La prima edizione di questa gara a tappe sul tetto del Mondo. Affrontano l’ultima salita, ma anche una sfida nella sfida: la cronoscalata al Khardung La Pass una prova contro il tempo, fino ai 5.602 mt, sul passo carrozzabile più alto al mondo (lunghezza prova: 53 km – dislivello: 2.100 mt). Il 1° Trofeo SKY IS THE LIMIT – 2015. Il biker che impiegherà il minor tempo per raggiungere il Khardung La Pass, si aggiudicherà l’ambito trofeo e l’onore e il vanto di essere stato il primo a vincerlo.

1° trofeo Sky is the limit

1° trofeo Sky is the limit

Senza dubbio, arrivare fino qui ha cambiato questi atleti: sia per l’avventura,  per la sfida con se stessi, i propri limiti fisici e tecnici, la propria energia, sia  per la gara, la competizione, la fatica e l’altitudine, la montagna, la salita. Sia,  sicuramente, per la relazione che si sarà creata con i compagni di viaggio, gli  avversari, gli amici.

Senza dubbio, questa impresa li ha cambiati. Ci auguriamo che attraverso  l’utilizzo del WAVE questo cambiamento possa diventare una risorsa per la  loro vita e le loro imprese future.

 Ci auguriamo che rivivranno e rivedranno la loro avventura, raccontando la  propria impresa, i propri risultati, non solo in termini di tempi, velocità,  classifica, ma anche in termini di obiettivi realizzati, caratteristiche personali attivate, risorse scoperte, cristallizzando questa esperienza nella loro mente e nel loro cuore. Ci auguriamo che riusciranno a trasformare questi giorni in cima al mondo, in quel viaggio di trasformazione che merita di essere, portando agli altri il frutto del sacrificio dei loro sforzi e quindi a se stessi il giusto riconoscimento perciò che hanno realizzato.

Ci auguriamo che il WAVE, che hanno utilizzato come strumento per creare risorse mentali ed emotive utili ad affrontare questa sfida tra le vette Himalayane, possa diventare uno strumento capace di realizzare i sogni e gli obiettivi che hanno in ogni ambito della loro vita.

#hhmr2015 #wavecoaching

Vuoi capire come diventare Wave coach: segui questo link!

 

Pin It on Pinterest

Shares
Share This