Come sarebbe percorrere in mountain bike la strada più alta del mondo? Indubbiamente una esperienza che ha come limite solo il cielo! Per arrivare così in alto è necessaria tecnica, forza, preparazione e anche mente e cuore.

Questo è il motivo per il quale il WAVE coaching affianca gli atleti che parteciperanno alla prima edizione della Himalayan Highest Mtb Race a Ladakh.

Cosa è HHMR Ladakh 2015.

b6c77e_86d3071c40054f1dbaf2b3f08c128606.jpg_srb_p_1011_674_75_22_0.50_1.20_0.00_jpg_srbE’ un evento esclusivo per tutti gli sportivi appassionati, che avrà luogo dal 2 all’11 luglio 2015 e prevede il valico di tre passi carrozzabili tutti oltre quota 5.000 m.s.l.

Per questo la HHMR Ladakh si posiziona come la mtb race a tappe più alta al mondo. Si sviluppa in sei tappe, sullo straordinario percorso dai panorami mozzafiato, tracciato all’interno dell’impareggiabile scenario della catena Himalayana, nella regione del Ladakh anche chiamata “Il piccolo Tibet”.

Gli atleti avranno la possibilità di iscrivere il loro nome dell’albo d’oro vincendo un evento nell’evento: il primo Trofeo Sky is The Limit 2015 che verrà assegnato al vincitore della cronoscalata al Khardung a 5.602 m.s.l.

Infatti la prima parte della VI° tappa, sarà teatro dell’ascesa al passo carrozzabile più alto al mondo, che aggiudicherà il Trofeo SKY IS THE LIMIT dell’anno, per ogni anno a venire.

I protagonisti di questa manifestazione sono bikers di diverso livello e con ambizioni e aspettative diverse ma tutti con la consapevolezza di vivere un’esperienza unica e appagante che lascerà in loro un segno indelebile. Chi per agonismo e chi solo per piacere, avrà modo di apprezzare a pieno le peculiarità del tracciato così affascinante e suggestivo, cogliendo nuovi stimoli, nuove sensazioni e nuovi limiti.
I bikers di caratura internazionale presenti sono:
Stefania Valsecchi, Campionessa del mondo Triathlon invernale 2013
Thomas Dietsch, mito della mtb, vincitore di Coppa del mondo e 7 volte Campione di Francia tutt’ora in carica
Marzio Deho, pluricampione nazionale (oltre 300 gare vinte)

Alla manifestazione parteciperanno anche giornalisti professionisti che affronteranno l’impresa trasmettendo emozioni a tutti noi che non potremmo godere dell’opportunità di partecipare a questa impresa.

Ci invieranno le loro storie, avventure, difficoltà ed entusiasmi e noi, sul nostro sito wavecoaching, faremo da eco a questa esperienza e la useremo per capire come la mente e il cuore aiutano a costruire performance eccellenti.

I giornalisti concorrenti saranno:
Henri Lesewits – Bike Magazin (D) il più importante mensile di settore europeo, sul quale verrà pubblicato il reportage di otto pagine sulla race;
Sandro Bongiorno – Solobike.it, tra le più importanti riviste nazionali web del settore.

WAVE Himalaya.001Quindi rimanete con noi e date il vostro supporto ai nostri bikers per aiutarli ad arrivare fino al cielo. Questa è solo la prima puntata alla quale seguiranno altri articoli e storie; sarà un’occasione per gli appassionati, gli amici e i coach di capire qualcosa in più del funzionamento degli esseri umani in condizioni estreme.

Per i coach  in particolare è una grande occasione per fare arrivare ai nostri amici il nostro supporto, i nostri strumenti e le nostre competenze.

Rimani con noi, il viaggio per il cielo è già iniziato.

Vuoi capire come diventare Wave coach: segui questo link!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This